Cosa mangiare nel Golfo dei Poeti

 

Vi siete mai chiesti cosa mangiare di tipico durante le vostre vacanze nel golfo dei poeti? Quali prodotti davvero tipici potete trovare?

La cucina ligure in generale è davvero ricchissima di sapori, tutta la regione propone piatti genuini che nascono dalla vita marinara e contadina della sua popolazione.
Ogni comune di questa terra ha la propria specialità e Lerici non è davvero da meno!
Se passate nel comune di Lerici ci sono dei prodotti food assolutamente caratteristici che non potete perdervi.
Non potete dire di essere stati nel Golfo dei Poeti se non avete assaggiato almeno una di queste specialità.

Cosa mangiare nel Golfo dei Poeti: Biscotti di Lerici

biscotti di Lerici sono un prodotto da forno delicato e profumatissimo, tipico del golfo. Hanno l’aspetto di una fetta di pane tagliata un po’ alta con un favoloso aroma di anice, che li rende unici. Sono conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo per la loro digeribilità e la loro fragranza.

cosa mangiare nel golfo

La leggenda narra che alla fine del XVII secolo una donna volle fare una sorpresa al suo bel marito marinaio che stava per imbarcarsi. Gli preparò dei deliziosi biscotti, li mise in una scatola di metallo e li nascose tra le cose del consorte nel suo baule. Lui non se ne accorse per molto tempo, ma quando li trovò rimase piacevolmente sorpreso quando li assaggiò e scoprì che erano ancora fragranti e aromatici. Da quella volta la moglie glieli preparò ad ogni sua partenza, finché durante un viaggio una tempesta travolse la sua barca e non tornò.
Ma la donna continuò a sfornare quei biscotti e cominciò a venderli ai navigati, per rendere più dolci e leggeri tutti i loro viaggi nei sette mari, portando con sè i sapori di casa.

Cosa mangiare nel Golfo dei Poeti: Poncré

Non tutti lo conoscono, ma non sanno quello che si perdono! Il Poncré è un dolce tramandato di generazione in generazione, la cui ricetta originale, la unica e segreta, è della famiglia Oriani del Bar Pasticceria omonimo a San Terenzo. Infatti la parola Poncré deriva proprio dall’acronimo Pasticcere Oriani Nino Creatore Ricetta Esclusiva.

cosa mangiare nel golfo

E’ stato inventato più di cent’anni fa ed è un dolce simile al plumcake ispirato praticamente al pandolce genovese. La sua consistenza è morbida, a base di uvetta, pinoli e frutta candita, e rimane soffice e delizioso per diversi giorni. Anche se al gusto può assomigliare al pandolce, che solitamente viene consumato durante le feste natalizie, il Poncrè si sforna e si gusta tutto l’anno. E non viene acquistato solo dai locali e i clienti abituali, ma davvero molti sono i visitatori e i turisti che vanno alla ricerca di questa specialità per portare a casa un dolce davvero tipico del Golfo dei Poeti.

cosa mangiare nel golfo

Il Poncré da ormai un secolo conserva intatta la sua bontà, grazie alla morbidezza, al suo gusto unico e un aroma inconfondibile. Quando passerete a San Terenzo, passate dalla Pasticceria Bar Oriani e chiedete del mitico dolce.

Focaccia della Linetta

La focaccia della Linetta è la tipica focaccia ligure che arriva tutti i giorni appena sfornata dal forno del paese, alla rivendita dello storico panificio Rizzoli a San Terenzo.
E’ detta “della Linetta” perché è il nome della proprietaria del forno, anche se non è più lei a produrre ma la figlia Barbara.

cosa mangiare nel golfo

Lo sappiamo tutti che la focaccia ligure, o la fugassa è inimitabile e buonissima. La focaccia della Linetta si caratterizza per essere morbida all’interno e croccante sui bordi e all’esterno. Salata, umida e sicuramente ben oliata, è ricca di tanti alveoli in cui si accumulano l’olio (di quello buono) e i granelli di sale. Se cercate il panificio Rizzoli, soprattutto nei periodi con molti turisti, lo troverete sempre con una coda fuori dal negozio, sinonimo di prodotto d’eccellenza da assaggiare assolutamente!

focaccia della linetta

Cosa mangiare nel Golfo dei Poeti: Muscoli e Ostriche

Forse non tutti sanno che i noti muscoli della Spezia vengono allevati a Santa Teresa che si trova nel comune di Lerici.
Sì, perché qui non li chiamano cozze o mitili, ma quelli che troverete nel Golfo dei Poeti sono rigorosamente muscoli.
La Cooperativa Mitilicoltori Associati nasce nel 1983 ed ora conta ben 86 soci che si tramandano un’attività oramai secolare, di padre in figlio, con metodi antichi, che permettono di mantenere una produzione autoctona.
A Santa Teresa di Lerici avviene la produzione e depurazione mitili ed ostriche allevati nel Golfo della Spezia.

muscoli

Grazie al bellissimo mare di Lerici e di tutto il golfo, premiato da anni con la bandiera blu, alle condizioni climatiche particolari e ottime per i mitili, rendono questi prodotti davvero unici!
I muscoli della spezia sono uno dei piatti tipici di questa zona, e tutti concordano nel dire che sono molto gustosi anche mangiati molto semplicemente.

focaccia e ostriche

Negli ultimi anni è tornata la coltivazione delle ostriche nel Golfo, grazie anche a tecniche di pulizia migliori e più sicure che danno un’eccellente qualità del prodotto.
Infatti le Ostriche della Spezia sono un prodotto davvero pazzesco, gustosissime e una tira l’altra come le ciliegie.
Molti le considerano migliori pure di quelle francesi,
per le dimensioni più ridotte e la delicatezza dei frutti di mare locali, che hanno un caratteristico colore verde.

Trovate tutto le informazioni e le curiosità sul Golfo dei Poeti sulla nostra guida!

golfo dei poeti

La trovate su Amazon! 

Ebook:  https://amzn.to/3dB9Wtw  

Cartaceo: https://amzn.to/3ewkHPi

Leave a Comment