Torri gigante

Miyajima, “l’isola in cui convivono uomini e Dei”

 

L’isola di Miyajima si trova proprio davanti a Hiroshima ed è famosa per il suo grande Torii immerso nell’acqua.

Una tappa obbligata almeno per chi, come noi, vanno in Giappone per la prima volta, anche se noi ci torneremmo ancora e ancora.

L’isola di Miyajima, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, è considerato davvero un luogo sacro, dove gli uomini possono convivere con gli Dei.
Verrete accolti dai cervi che passeggiano tranquilli ed indisturbati in mezzo ai turisti alla ricerca di qualcosa da mangiare, anche se meno ostinati di quelli di Nara.
Ma attenti perchè è vietato sfamarli ma cercheranno di mangiare qualunque cartina o pezzo di carta spunti dai pantaloni, tasca o zaino!

Santuario Itsukushima

Il santuario di Itsukushima è un santuario shintoista inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, nonché fa parte del tesoro nazionale del Giappone.
Il complesso è formato da vari edifici uniti tra loro a mezzo di passerelle, tra cui una sala principale, una sala per la preghiera ed un teatro Noh.
Il tutto è costruito sull’acqua, in una piccola insenatura dell’isola, e sorretto da una serie di piccole travi. 
Si dice che la costruzione del santuario, perfettamente unita alla natura, sia una delle basi del senso di bellezza dei Giapponesi, e ne è un rarissimo esempio esistente, un’eredità vitale per comprendere la cultura spirituale Giapponese.

Davanti al Santuario, in mezzo al mare, si trova la porta di Ootorii, il famoso Torii simbolo di Miyajima e una delle attrazioni più popolari di tutto il Giappone.
È alto poco più di sedici metri e hanno una circonferenza di 10, è stato realizzato adoperando un pregiato legno di canfora, fatto venire appositamente da Miyazaki, nel Kyushu.
Con l’alta marea il portale è accessibile solo in barca, mentre con quella bassa può essere raggiunto a piedi dall’isola, visto che si trova a 200 metri dal Santuario.

Come arrivare sull’isola di Miyajima

Dalla Stazione di Hiroshima si va stazione JR Miyajimaguchi, poi 10 minuti in traghetto fino a Miyajima (compreso nel JRPass).
Si può prendere il traghetto anche dal Parco della Pace a Hiroshima, il tragitto dura 45 minuti circa e non è compreso nel JRPass.

Pernottare a Miyajima

Un’isola magica, visitabile in giornata ma un’esperienza indimenticabile riuscire a passarci almeno una notte, magari soggiornando in un Ryokan,  un’albergo tradizionale giapponese.
Perchè se visitare l’isola di giorno è a dir poco magnifico, passeggiare per la strada di sera, quando i negozi chiudono e la massa di turisti se ne va, è davvero unico!
E’ buio e silenzioso come non mai, il Torii rosso in acqua illuminato e una decina al massimo di turisti incantati, l’isola diventa ancora più suggestiva e diventerà un’esperienza indimenticabile, quasi impossibile da spiegare e raccontare.
E’ vero, gli hotel e Ryokan sull’isola sono abbastanza cari, ma tutti di ottimo livello e vi faranno vivere una serata memorabile, soprattutto se aggiungete una cena tipica giapponese.
Per una serata super romantica magari durante la luna di miele!

 

 

Potrebbe anche interessarvi:

 

 

Seguite le nostre pagina Facebook e Instagram!

Leggete tutte le nostre recensioni su Tripadvisor!

 

1 thought on “Miyajima, “l’isola in cui convivono uomini e Dei”

Leave a Comment