Selfie con Gundam

Odaiba, l’isola artificiale con Gundam di Tokyo

 

Odaiba è una grande isola artificiale nella baia di Tokyo, in Giappone.
Oggi Odaiba è una popolare meta turistica per gli abitanti di Tokyo, oltre che per gli stranieri.
Tappa obbligata per chi ama fare shopping, visto gli enormi centri commerciali che sono sull’isola, tra cui

  • Il centro commerciale Decks Tokyo Beach, al cui interno si trovano il Sega Joypolis (con giochi e attrazioni per le famiglie) e la Piccola Hong Kong.
  • Il centro commerciale Aqua City, con all’interno un cinema con 13 sale e al quinto piano ospita un parco tematico dedicato al ramen.
    Si trova di fronte al famoso edificio della Fuji TV. 
  • il Drive City Tokyo, inaugurato nel 2012 presenta attrazioni legate alla serie anime di Gundam. 
  • Venust Fort, centro commerciale ispirato alle città Europee del Rinascimento.

 

Cosa vedere

 

Noi siamo andati a Odaiba principalmente per quella che è una delle attrazioni più famose, la riproduzione (ad altezza naturale) del Gundam Unicorn dalla omonima serie animata!
La statua è alta più di 19 metri e si trova proprio davanti al centro commerciale Drive City Tokyo, dove all’ottavo piano si trova il museo dedicato a Gundam e al secondo il Gundam Cafè.
E’ stata una vera emozione trovarsi davanti questo gigantesco robot, che ha accompagnato la nostra infanzia in Tv!

 

 

Nell’Odaiba Marine Park si trova la Statua della Libertà, una delle centinaia di copie sparse per tutto il mondo in miniatura della più famosa statua americana, eretta nel 2000. 

Proprio dietro la statua potete ammirare il Rainbow Bridge, un bellissimo ponte lungo 800 metri che collega Odaiba con il centro di Tokyo, che ricorda il più famoso ponte di Brooklyn. 
Il ponte supporta un’autostrada, la linea ferroviaria Yurikamome e passerelle pedonali su entrambi i lati.

Passeggiando nell’Odaiba Marine Park arriverete anche sulla spiaggia artificiale, e se ci andrete al tramonto come noi, godrete di un bellissimo paesaggio, cornice perfetta per delle foto ricordo!
Sulla spiaggia si incontrano tante persone del posto soprattutto, persone con i cani a passeggio, gruppi di ragazzi che fanno pic-nic o che  si divertono con i piedi nell’acqua!

A Palette Town, un complesso di shopping e attrazioni di Odaiba, tra cui la famosa ruota panoramica, si trova la sua più recente attrazione aperta a giugno 2018, il Mori Building Digital Art Museum, un meraviglioso museo di arte digitale, primo al mondo nel suo genere!
Noi ci siamo stati, prenotando i biglietti online da casa, è stata una bellissima esperienza che consigliamo a tutti e ve ne parliamo in questo articolo.

Come arrivare a Odaiba

In monorotaia

L’isola di Odaiba è collegata con il centro città dalla Yurikamome, la monorotaia automatizzata senza conducente che passa sopra al Rainbow Bridge.
La stazione principale è Daiba, presa dalla stazione di Shimbashi.

In battello

È possibile raggiungere Odaiba anche tramite i battelli che partono dal molo di Hinode e arrivano in 20 minuti, o da Asakusa dal fiume Sumida e ci vuole un ora circa.

A piedi

Una cosa che non sapevamo sennò lo avremmo fatto, Odaiba è raggiungibile anche a piedi passeggiando sopra al Rainbow Bridge per una mezz’oretta.
Il percorso pedonale inizia a pochi passi dalla stazione di Shibaura-futo sul lato della terraferma del ponte, mentre la stazione di Odaiba Kaihinkoen è la stazione più vicina dell’isola. 

 

Quanto tempo per visitarla e a cosa associarla

Per prima cosa noi abbiamo deciso il giorno per la visita ad Odaiba in base ai biglietti di entrata del Mori Building Digital Art Museum.
Abbiamo prima passato la mattinata al Mercato del Pesce di Tsukiji, questo a ottobre 2018, la settimana prima che il famoso vecchio mercato del pesce venisse spostato.
Informatevi comunque prima perchè se le vie con le bancarelle e i locali sono sempre allo stesso posto come ci hanno detto vale comunque la pena passarci la mattinata.
Abbiamo poi preso la monorotaia per arrivare a Odaiba e senza programmarlo ci abbiamo passato l’intera giornata, serata compresa.
Abbiamo passato molto tempo all’interno del museo, molto più bello di quello che ci aspettavamo.
In più, se avrete fortuna troverete come noi qualche festa con balli e cibo, noi abbiamo trovato l’Oktober Fest dove abbiamo passato la serata insieme a gruppi musicali Austriaci, cibo e birra che erano un mix tra tedesco e giapponese, un’esperienza che non pensavamo davvero di fare ma che è risultata davvero divertente!

 

Seguite le nostre pagina Facebook e Instagram!

Leggete tutte le nostre recensioni su Tripadvisor!

 

1 thought on “Odaiba, l’isola artificiale con Gundam di Tokyo

Leave a Comment