vite rubate

Vite rubate, il romanzo di Monica Lombardi

Vite rubate è il romanzo che vogliamo consigliarvi oggi, il genere è thriller ed è scritto dall’autrice Monica Lombardi.
Se un romanzo giallo è scritto bene è sempre un piacere leggerlo, e questo è proprio il caso di dire che è stata una lettura molto gradita.
Seguiteci in questo articolo dove vi sveleremo (solamente) la trama del romanzo e non perdetevi l’intervista all’autrice!

Vite rubate, di cosa parla?

La storia inizia con Zachary Walsh e con la sua vita sconvolta dopo la morte della moglie in strane circostanze.
Lui e la figlia si allontanano dal trauma che hanno passato e si spostano a Willow, in Alaska dove abita la sorella della moglie.
Ma per un incidente simile a quello della moglie, Zach si ritrova l’FBI alla sua porta sotto la lente investigativa.
Paula Wellman è una donna sola e un’agente FBI, a lei viene assegnato il caso a Willow e della moglie di Zach, insieme al compagno di lavoro Dan Fusco.
Paula si trova subito spiazzata di fronte a Zachary Walsh, un uomo che sembra non fare nulla per allontanare da sé i sospetti.
Attorno a loro girano le storie di un gruppo di adolescenti ribelli e annoiati in un piccolo paesino dell’Alaska.

Una lettura coinvolgente fin dalle prime pagine, la scrittura dell’autrice è impeccabile e riesce a catturare l’attenzione.
Ogni personaggio è descritto in maniera che ogni emozione si capisca al primo acciglio, questa cosa la abbiamo amata particolarmente.
Ma l’ambientazione in un piccolo paesino dell’Alaska con immensi spazi aperti è la ciliegina sulla torta, favolose le location e le descrizioni.
Per noi che amiamo le serie televisive nordiche è stato molto bello ritrovarle in questo romanzo.
Un giallo dalle tinte rosa, non un classico romance, ma un buon thriller narrato in terza persona, dove però non manca la nota romantica.
L’agente dell’FBI Paula Wellman è una vecchia conoscenza per chi ha già letto la serie originale, ma che noi dobbiamo ancora recuperare.
Ma vogliamo ricordare che la storia di questo romanzo è autoconclusiva e non necessita la lettura dei libri pregressi della serie Mike Summers per godersela.
La suspance che si crea intorno al racconto è perfetta, una lettura piacevole che ci ha coinvolti cercando di arrivare alla soluzione prima della fine.
Vi sfidiamo a scoprire il finale con il fiuto investigativo e vi consigliamo la lettura di questo romanzo!

Acquista Vite rubate su Amazon

Intervista all’autrice Monica Lombardi

Incontrata sulla nostra strada per caso, l’autrice Monica Lombardi ha molto da raccontare di sè e dei suoi romanzi.
Per questo ci siamo permessi di rivolgerle delle domande per farvela conoscere più da vicino.

Ciao Monica, raccontaci chi sei e come nasce la tua voglia di scrivere 

Ciao, a te e a tutti i lettori del blog. Tempo fa, sul mio profilo Facebook avevo usato questa frase come piccola biografia: “tradurre è ciò che faccio, scrivere è ciò che sono”.
Sono un’interprete e traduttrice, ma scrivo storie da quando ho imparato a scrivere.
Non è un modo di dire: anni fa ho davvero trovato in un cassetto appunti per una storia di spionaggio in una calligrafia che risaliva chiaramente alle scuole elementari.
Un’altra frase che amo usare per descrivermi come autrice è “scrivere è sentire il mondo che respira”. Vado in giro, viaggio (amo viaggiare, questo ci accomuna), guardo un panorama… e vedo e sento storie.
Credo che la scrittura, un po’ come le altre forme artistiche, sia una predisposizione con cui nasciamo. Proprio come un pittore guarda un paesaggio e vuole dipingerlo, un fotografo fotografarlo, un musicista sente melodie… una cosa così.
Nella mia vita privata sono mamma di due figli adolescenti che mi stanno regalando una seconda giovinezza (oltre alla giusta dose di arrabbiature e preoccupazioni), come ho detto sopra amo girare il mondo, quando possibile, e amo le belle storie in tutte le loro forme, dai libri ai film alle serie TV.
Se ci pensate, raccontare storie è uno dei mestieri più antichi del mondo.

Da dove nasce l’idea di questo romanzoVite rubate?

Paula Wellman, la protagonista, era già apparsa in altri due miei romanzi, il terzo e il quarto della serie di Mike Summers, un tenente della Omicidi di Atlanta.
In Gambler, l’agente speciale Wellman aveva un ruolo secondario, ma già dalla sua entrata in scena mi aveva colpito, tanto che in Scacco Matto era stata più presente.
Mi affascinano le donne toste, e lei lo è, quindi avevo voglia di dedicare un libro tutto a lei.
In più, erano anni che volevo ambientare una storia in Alaska. Paula, come agente FBI, poteva benissimo essere coinvolta in un’indagine in Alaska. Vite rubate è nato così.

vite rubate

Quale dei tuoi romanzi preferisci e consiglieresti come prima lettura ad un nuovo lettore?

Sono molto legata a Vite rubate, forse per l’ambientazione, forse perché il protagonista maschile è uno scrittore, e credo che potrebbe essere una buona prima lettura, per un lettore che volesse leggere qualcosa di mio.
In alternativa, se amate i thriller psicologici potete provare Schegge di verità e Schegge di ricordi. La mia serie più longeva è il GD Team, che è un mondo un po’ alla Mission Impossible.
Quei personaggi per me sono “casa”.

Hai già qualche idea per la tua prossima pubblicazione?  Puoi svelarci qualcosa?

Certo! Anche perché arriverà tra poco. Al Salone del Libro di Torino a maggio presenterò in anteprima Fuori Tempo, edito da Hope Edizioni, che sarà poi in libreria a giugno.
È un romanzo diverso da tutto quello che ho scritto finora, non è un giallo né un romantic suspense, è… tante cose insieme.
Iniziamo col dire, visto che ci troviamo su questo blog, che è la storia di un viaggio.
Ma il viaggio, come spesso accade, è lo spunto per raccontare un momento di crescita, di ritrovamento di sé e dell’altro.
Fuori tempo è una storia che racconta la generazione Z, le famiglie arcobaleno, le sfide che due generazioni diverse devono affrontare oggi per poter ancora sperare in un mondo migliore.
La scommessa di questa storia è che possano farlo insieme.

Vite rubate è il primo di una serie di romanzi del Mondo Mike Summer, edito da Spinnaker per la categoria romantic suspense.

Per altri consigli di lettura potete consultare la nostra sezione Libri e Viaggi!
Se anche voi vorreste vedere pubblicata la recensione del vostro romanzo e l’intervista all’autore, affidatevi noi!
Scriveteci a saretta@iriseperiplotravel.com

3 thoughts on “Vite rubate, il romanzo di Monica Lombardi

  1. Grazie, Sara e Ruggero, felice che il romanzo vi sia piaciuto!
    E complimenti per il blog, vedo che abbiamo in comune la passione dei viaggi, oltre che della lettura.
    Buon viaggio e buone letture a tutti!
    Monica

  2. Sembra davvero un romanzo molto avvincente che tiene il lettore fermo sulla poltrona e si legge tutto d’un fiato Grazie sempre per i tuoi consigli molto preziosi

  3. Questo è il genere di romanzo che preferisco, che mi tiene con il fiato sospeso fino alla fine, grazie mille per il consiglio!

Leave a Comment