Come in un viaggio tra il 1999 e il nuovo millennio, ecco “Fontanhaus, non un libro come gli altri…”, di Irene Licia Melloni.
In questo articolo, ci addentreremo nelle pagine di questa raccolta di racconti, esplorando la scrittura dell’autrice e analizzando la ricchezza narrativa di ogni singolo racconto.
Avremo anche il privilegio di colloquiare direttamente con Irene Licia Melloni, scoprendo i segreti del suo processo creativo e le ispirazioni dietro “Fontanhaus, non un libro come gli altri…”.
Un’occasione unica per gettare luce su una raccolta di racconti che si distingue per la sua capacità di trascinare i lettori in un viaggio senza tempo tra emozioni e memorie.

Sinossi di FontanHaus, non un libro come gli altri…

Questo libro è la raccolta di una serie di flash ed episodi raccontati attraverso lo scorrere ritmico e cadenzato dei mesi, da settembre 1999 a settembre 2000.
Sono storie immaginarie che si intersecano con fatti realmente accaduti, come il racconto sul Partigiano D’Artagnan, e alcuni fatti storici e di attualità.
Un testo costruito “sulle cose d’ogni giorno”, si legge nelle prime pagine, sui ricordi e le emozioni che il tempo trasforma, ma che non può cancellare, perché tutto ciò che è successo nella nostra vita condiziona inesorabilmente i nostri gesti, i nostri atteggiamenti e i nostri pensieri.
Se non fossimo nati in un determinato luogo, cresciuti in una famiglia invece che in un’altra, se avessimo incontrato altre persone, tutto sarebbe stato differente, perché ogni incontro segna la nostra storia. Gruppi di amici, luoghi, volti e ricordi che si intrecciano e fanno parte di noi…

La mia recensione

“Fontanhaus, non un libro come gli altri…” è una raccolta di racconti magistralmente intrecciati, un viaggio incantevole che ci trasporta attraverso gli ultimi mesi del 1999 e l’arrivo del nuovo millennio.
L’autrice, Irene Licia Melloni, dimostra una padronanza narrativa straordinaria, regalando ai lettori una serie di storie avvincenti e ricche di emozioni.

Il ritmo narrativo di “Fontanhaus” è un trionfo in sé. Melloni crea un equilibrio impeccabile tra emozione e riflessione, tenendo i lettori incollati ad ogni pagina.
La sua scrittura è fluida, ma ricca di dettagli che dipingono i contesti e i personaggi in modo vivido.
Ci si ritrova catapultati tra gli eventi significativi dell’epoca, ma la magia di Melloni risiede nel rendere questi ricordi accessibili a chiunque, indipendentemente dall’età o dall’esperienza vissuta.
L’autrice cattura l’essenza di un’epoca intrisa di aspettative e incertezze, lasciando che il lettore si immerga completamente in un mondo fatto di emozioni palpabili e ricordi indimenticabili.

Questo libro si rivela così una lettura avvincente non solo per chi ha vissuto gli anni ’90, una raccolta di racconti che va oltre la semplice narrazione.
Ogni storia è un gioiello autonomo, ma tutti insieme creano un mosaico emozionante di vita e cambiamento.
Con una scrittura incantevole e una capacità unica di catturare l’animo di un’epoca, l’autrice ci regala una lettura imprescindibile per chiunque ami perdersi tra le pagine di storie appassionanti e ricche di significato.

Irene Licia Melloni, biografia

Irene Licia Melloni nasce a Genova da una famiglia emiliano-genovese, consegue la maturità classica presso l’Istituto “Vittorino da Feltre” di Genova nel 2001.
Successivamente, all’università, consegue il Bachelor of Arts with Honors in Communication & Media Studies presso la Nottingham Trent University-European School of Economics di Londra.
Dopo un Mini Master in Business Administration Intensive presso Management & Marketing Universal Business School di Edimburgo, un Master in Web e Digital Marketing a Verona, ed infine un Master sulla Valorizzazione del Territorio.
Dal 2006 è Imprenditrice nell’Altro Crinale dell’Appennino Reggiano, dove vive, e titolare de “Il Vascello del Monsignore-Antica Acetaia dal 1770”, un’acetaia di famiglia ereditata dal nonno, in realtà una passione prima ancora che un lavoro e un’azienda.
Da anni si dedica alla valorizzazione del suo territorio e alla ricerca storica su di esso.
Nella sua vita, inoltre, ha realizzato numerosi eventi culturali e di beneficenza per vari enti benefici e no profit; ha partecipato ad alcuni concorsi di poesie fin dall’adolescenza.

Intervista all’autrice Irene Licia Melloni

Chi è Irene nella vita, cosa fa?

Sono Irene Licia Melloni imprenditrice e scrittrice metà Genovese e metà dell’alto appennino reggiano.

Puoi raccontarci del tuo primo approccio alla scrittura?

Ho iniziato fin dal liceo scrivendo articoli del giornale scolastico e scrivendo poesie in italiano e latino.

Presentaci il tuo ultimo lavoro e come hai avuto l’idea per realizzarlo

Fontanhaus non un libro come gli altri è nato parecchi anni fa nella mia mente, era proprio quel 1999 di cui scrivo, un anno di grandi cambiamenti, e fine di un millennio. Poi sono stata presa da altri impegni e l’idea è finita in un cassetto della scrivania e lì è rimasta fino al 2020, quando in pieno lockdown sistemando la mia vecchia scrivania ho ritrovato gli appunti che lo riguardavano; cosi mi sono messa a scrivere di getto e in meno di un mese il manoscritto era pronto.

Ti succede di lavorare a più di un progetto insieme?

Assolutamente si per me lavorare su più progetti è normale.

Hai un sottofondo preferito che ascolti mentre scrivi?

Onestamente mi piace cambiare sempre musica dato che ho gusti molto variabili ma diciamo che Fontanhaus è nato sulle note di Dire Straits, Led Zeppelin, Doors, Bealtes, Deep Purple, Eagles e Lynyrd Skynyrd.

Una curiosità: Riscrivi, cancelli, correggi, rimoduli o fila tutto liscio alla prima stesura?

In realtà scrivo di getto poi correggo i dettagli perché se comincio a fare troppe modifiche in un testo alla fine lo elimino.

Quale sarebbe il sogno che vorresti realizzare?

Riuscire a raccontare la meraviglia del mio appennino talmente bene da farla percepire nella sua maestosità a chiunque legga i miei testi.

Infine, scrittura o lettura? Trovi sempre il tempo per…

Leggere è il mio passatempo  preferito e scrivere la mia cura per sopravvivere in questi anni frenetici e non propriamente forieri di certezze data la situazione geo politica attuale con molte piccole guerre spezzettate in giro per l’orbe terraque che destabilizzano la nostra quotidianità creando incertezza nel futuro.

Il libro Fontanhaus non un libro come gli altri… dell’autrice Irene Licia Melloni è pubblicato da Gruppo Albatros – Il filo per la categoria Narrativa.

Per altri consigli di lettura potete consultare la nostra sezione Libri e Viaggi!
Se vuoi promuovere il tuo libro, affidatevi a me!
Scrivetemi a servizieditoriali@iriseperiplotravel.com

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei