storia gaia

Storia gaia nell’eden sud di Aquilino

Storia gaia nell’eden sud è uno dei romanzi pubblicati di Aquilino, autore, drammaturgo e regista tra le cose che ha fatto.
Un romanzo che consigliamo a tutti di leggere, per spazzare via una volta per tutte questa aria di razzismo e omofobia che c’è ancora adesso nell’aria, nel 2022!
Continuate a leggere l’articolo per sapere di cosa parla il romanzo e per conoscere meglio l’autore con la nostra intervista!

Di cosa parla Storia gaia nell’eden sud

I protagonisti principali sono una coppia di sposi innamorati, Damiano e Martino e abitano a Roma.
Damiano è un bellissimo ex insegnante di colore, lavora in una piccola casa editrice che decide di chiudere.
Martino è un ballerino professionista ma con un settore purtroppo in crisi, ma per fortuna è anche un sognatore.
Il caso vuole che uno zio di Martino lascia a loro in eredità un casolare in un piccolo paesino in Puglia.
E Martino che è un vero sognatore convince il suo amato marito a partire e ricominciare la loro vita nel meraviglioso Salento.
Ma non tutto sarà facile, soprattutto per il fatto che sono gay e per il colore della pelle di Damiano.

In questo romanzo l’autore ha raccontato i problemi e i pregiudizi reali che ancora nel 2022 hanno persone che scelgono di vivere una vita amorosa con libertà.
Ma Aquilino con semplicità e rispetto racconta anche che non si è mai soli, e basta farsi conoscere per quello che si è per catturare il cuore delle persone.
A noi è piaciuto molto il messaggio di questa storia, oltre ad essere ben scritta e i personaggi perfettamente delineati.
Nemmeno a dirlo che la scelta della location è meravigliosa, leggere dei luoghi del Salento ci fa sognare di esserci, almeno con il pensiero.

Intervista all’autore Aquilino

Aquilino ha all’attivo davvero moltissime pubblicazioni, sia per ragazzi che per adulti.
Noi lo abbiamo conosciuto grazie a questo romanzo, ma sicuramente continueremo a leggere la sua bibliografia.
Per conoscerlo meglio gli abbiamo rivolto qualche domanda, a cui lui ha gentilmente accettato di rispondere.

Ciao Aquilino, raccontaci chi sei e come nasce la tua voglia di scrivere

Aquilino è il mio nome. L’ ho scelto come nome d’arte perché con il solo nome mi chiamavano gli alunni quando insegnavo.
Il mio primo libro per ragazzi del 1994 vinse il premio “Il Battello a Vapore” della Piemme, che mi lanciò a livello nazionale.
Da allora ho pubblicato una sessantina di libri prima solo per ragazzi e da alcuni anni anche per adulti.
Mi occupo di teatro come drammaturgo e regista e presiedo l’associazione Tecneke.
Gestisco due gruppi di ragazzi dai dieci ai sedici anni. Faccio teatro anche con le scuole e con giovani diversamente abili.
Ma la scrittura rimane l’attività primaria che mi impegna ogni giorno. A parte le attività di animazione o di collaborazione per eventi, non ho vita sociale.
La scrittura mi offre la frequentazione di centinaia di personaggi molto più gratificanti delle persone reali. Ho cominciato a scrivere da bambino, non ho più smesso.
Fino ad anni fa scrivevo per affermarmi e anche per il piacere di farmi leggere, oggi scrivo per me e non mi manda in crisi se non mi pubblicano.
Non vado al ristorante, non viaggio, non faccio nemmeno più vacanze, sono un poco orso. Leggo molto, curo il giardino, scatto fotografie.
Sopra di me abitano mio figlio con la compagna. I miei social sono Facebook e qualcosa su Instagram, intestati ad Aquilino Di Oleggio.
Quando mi sono registrato in Facebook non mi lasciavano inserire solo il nome, quindi ho aggiunto il paese in cui abito. Il mio sito web è www.aquilino.biz.

storia gaia

Da dove nasce l’idea di questo romanzo, Storia gaia nell’eden sud?

Esploro il mondo, esploro le società, esploro le persone e quando qualcosa mi colpisce mi viene un desiderio forte di dare la mia testimonianza.
Di esprimere me stesso, insomma, cosa che detesto fare oralmente.
Avevo scritto su immigrati, disabili, donne, figure storiche… e colsi un’occasione al tempo del decreto Zan, stimolato dai detrattori ossessionati da una realtà che da sempre appartiene all’umanità.
Volevo però una storia serena, nella quale i conflitti appartenessero agli odiatori, ai moralisti, agli ipocriti. Immaginai così una coppia bene assortita: un insegnante d’impronta razionalista e un ballerino votato all’estro e all’improvvisazione.
Ci aggiunsi la razza, ed ecco un Damiano di colore che con il marito Martino trasloca nel Salento dove per molti anni ho trascorso, sembra ormai una vita fa, vacanze indimenticabili.

Hai già qualche idea per la tua prossima pubblicazione?  Puoi svelarci qualcosa?

Entro maggio uscirà “Intorno al fuoco nel buio” con le Edizioni Lapis, un libro per ragazzi.
Racconta di un quindicenne che per punizione è costretto a fare volontariato in un istituto per diversamente abili.
Vivrà un’avventura pericolosa insieme a una ragazza down, una con ritardo mentale, un bambino autistico e un giovane paraplegico.
Un’esperienza che gli cambierà la vita. Ho in lettura presso gli editori altri libri per ragazzi. “Onore al peggiore” ci mostra un gruppo di amici costretti a stare un mese in una struttura di rieducazione che si rivela una terribile scuola di violenza.
“Thoti dei lupi” ci narra invece di un bambino del futuro che vuole liberare i familiari rinchiusi in campi profughi; e ci riuscirà, con l’aiuto di persone generose e degli animali selvatici, soprattutto i lupi.
E tanti altri inediti sono in lettura qua e là, uno dei quali ha suscitato l’interesse di un editore: “La guerra delle regine”, che sono: Olimpia, moglie di Filippo Secondo, spietata fanatica di riti dionisiaci.
Cleopatra, sua figlia, remissiva e sfortunata; Rossane, la bellissima moglie di Alessandro Magno, ostaggio ora dell’uno ora dell’altro.
Cinane, figlia di Filippo Secondo, una guerriera illirica; la figlia adolescente di Cinane, Adea, ambiziosa e determinata.
Tutte trucidate in nome della ragion di Stato. Spero di avere presto altre pubblicazioni.

Storia Gaia dell’eden sud è pubblicato da Edizioni Segni e Parole, un editore che tratta sia prodotti editoriali, che di comunicazione ed immagine.

Per altri consigli di lettura potete consultare la nostra sezione Libri e Viaggi!
Se anche voi vorreste vedere pubblicata la recensione del vostro romanzo e l’intervista all’autore, affidatevi noi!
Scriveteci a saretta@iriseperiplotravel.com

8 thoughts on “Storia gaia nell’eden sud di Aquilino

  1. La storia sembra molto intrigante e, come hai detto tu, anche molto attuale. E poi è ambientata nel meraviglioso Salento, una delle zone più belle d’Italia!

  2. Tanti complimenti all’autore perché mi sembra che il suo romanzo abbia tutte le carte in regola per piacere ad un pubblico vasto e perché no, per essere letto durante un lungo viaggio

  3. Questo libro mi sembra molto interessante e soprattutto affronta il tema della diversità oggi al centro delle nostre vite. Purtroppo devo concordare con l’autore perchè nonostante la società si faccia paladina dei diritti dei “diversi” nella quotidianità questi nn vengono affatto rispettati ma ritengo giusto che se ne parli proprio per cercare di far superare i pregiudizi.

Leave a Comment