tre domande per tamira

Tre domande per Tamira, di Gian Luigi Cerciello

Tre domande per Tamira è il romanzo fantasy-thriller dell’autore italiano Gian Luigi Cerciello, consiglio di lettura di oggi.
Seguite il nostro articolo per conoscere la trama di questo entusiasmante romanzo e non perdetevi l’intervista all’autore.

Di cosa parla Tre domande per Tamira?

La protagonista del romanzo è Tamira, un’adolescente che sembra proprio come tante altre, vivace ed estroversa.
Ma è diversa dalle sue coetanee per un motivo, è la principessa ed unica erede al trono del Regno di Doranda. 
Vive le giornate divertendosi nel regno, fino ad un giorno dove tutto cambia.
Il suo amato padre è vittima di uno strano attentato, che lo costringe ad una catalessi forzata.
Sembra un incantesimo, anche se la magia è severamente vietata in tutto il regno.
Tamira non riesce a stare ferma ad aspettare e parte con il suo migliore amico Zac in una avventura alla ricerca della verità ed un antidoto per risvegliare il padre.

Tre domande per Tamira è un romanzo realmente avvincente, inizia con un giallo e alcuni misteri che verranno svelati man mano.
All’interno delle pagine si vive in un fantasy con tanto di maghi e incantesimi, creature mostruose e nuove amicizie fatte durante la strada.
La scrittura dell’autore è egregiamente fluida e accattivante, si capisce che lui per primo si abbandona a sognare questi luoghi e vicende.
Una storia coinvolgente che non fa staccare gli occhi dalle pagine fino alla fine, perfetto per chi ama i romanzi fantasy con il giusto alone di mistero.
Bellissime le ambientazioni e perfettamente caratterizzati tutti i personaggi che susseguono, un finale che fa dedurre ad una continuazione.
Lo speriamo perchè leggeremmo molto volentieri una nuova avventura di questi personaggi, complimenti all’autore!

Intervista all’autore Gian Luigi Cerciello

E’ sempre interessante leggere l’intervista all’autore, soprattutto se il romanzo è piaciuto molto e si vuole conoscere di più chi lo ha scritto.
Ringraziamo davvero di cuore Gian Luigi Cerciello per averci donato un pò del suo tempo per rispondere alle nostre domande.

Ciao Gian Luigi, raccontaci un pò di te e della tua passione per la scrittura

Sono un ‘giovane sessantaquattrenne’ imprenditore e vivo da sempre nella splendida (nonostante i molti problemi) città di Napoli.
Da quando ero bambino soffro di questa morbosa attrazione per la lettura prima e per la scrittura poi. Da piccolo ero un divoratori di libri, ricordo di aver letto ’I tre Moschettieri’ in una giornata.
Crescendo la mia passione si è sempre più orientata in particolare verso la fantascienza e il fantastico in generale.
Ho conservato nel cassetto diversi racconti che mi tanto in tanto sentivo la necessità si scrivere; poi, crescendo, la mia passione è purtroppo stata limitata dalla vita lavorativa e familiare, che non mi lasciava molto spazio, soprattutto mentale, per scrivere.
Quando finalmente hanno cominciato a diminuire i miei impegni in altre direzioni, ho ripreso la penna in mano.
Ho scritto altre storie, più che altro fantascientifiche, e qualche anno fa ho anche pubblicato un racconto dal titolo ‘Il viaggio di Ulisse’.

Come ti è venuta l’idea per questo romanzo, Tre domande per Tamira?

‘Tre domande per Tamira’ rappresenta il tentativo di offrire al lettore una storia che si distaccasse dagli stereotipi dello sterminato panorama dei romanzi fantasy.
Intanto la protagonista è una giovane ragazza diversa dalle solite ‘eroine’ che affolano questo genere letterario: è determinata, intelligente, abile nel combattimento e non accetta di essere relegata a un ruolo secondario; la sua capacità di mettersi alla guida di un gruppo di uomini è indiscutibile e questa volta sono loro, i maschi, compreso il suo inseparabile amico Zac, a rappresentare i comprimari della storia.
Si parla tanto di parità di genere e lotta alle discriminazioni, volevo dare un minimo contributo alla causa.
Poi ho cercato di ridurre al minimo gli ’effetti speciali’, mostri, magie e così via, anche se ovviamente sempre di un racconto fantasy si tratta, per cui sono presenti anche questi elementi: ho cercato però di focalizzare gli eventi sui personaggi, sugli esseri (umani e non) che partecipano allo svolgersi della storia.

Hai già qualche idea per la tua prossima pubblicazione?  Puoi svelarci qualcosa?

In effetti sì, posso anticiparvi che proprio in questi giorni è uscito il seguito di ‘Tre domande per Tamira’.
Si intitola ‘Viaggio a Oltremondo’ e spero che sia apprezzato da chi ha già avuto modo di leggere il primo romanzo.
Inoltre ho ripescato dal cassetto un altro romanzo che forse ha attirato l’interesse di un editore (no spoiler).
E la saga di Tamira non è finita… Prossimamente su questi schermi!

il romanzo Tre domande per Tamira di Gian Luigi Cerciello è stato pubblicato con Youcanprint per la sezione Fantasy.

Per altri consigli di lettura potete consultare la nostra sezione Libri e Viaggi!
Se anche voi vorreste vedere pubblicata la recensione del vostro romanzo e l’intervista all’autore, affidatevi noi!
Scriveteci a saretta@iriseperiplotravel.com

6 thoughts on “Tre domande per Tamira, di Gian Luigi Cerciello

  1. Il genere fantasy-thriller è il mio preferito. Visto che sto per partire per le vacanze e avrò più tempo per leggere, sono proprio alla ricerca di idee e consigli su libri elettrizzanti!

  2. Spesso è difficile trovare un buon fantasy con un world building facile da seguire ma allo stesso tempo che attiri i lettori. Tre domande per Tamira sembra abbastanza interessante che quasi quasi lo metto in lista!

  3. Scoprire la bellezza della letteratura italiana è un piacere, anche perché non è facile effettivamente scoprire libri nostrani che vadano fuori dalle solite proposte mainstream. Qui trovo davvero un buon fantasy che mi ha già conquistato!

  4. Un bel libro, un fantasy ricco di mistero e molto avvincente una lettura molto piacevole per chi come me ama il genere

Leave a Comment